Il mito dell’anima gemella

Nell’immaginario collettivo di tutti noi, è ancora presente, il mito dell’anima gemella da cui non separarsi e con cui completarsi. Non ho nulla in contrario nel ricercare un Lui o una Lei, anzi, non c’è cosa più meravigliosa, che incrociare sul proprio cammino la persona giusta per Te. Con la quale condividere emozioni, spazi e tempi di vita. Anzi, penso, che ognuno di noi meriterebbe di innamorarsi almeno una volta nella vita. Non esiste sentimento più bello dell’amore.  Allo stesso tempo, a mio avviso per vivere amori sani è necessario ridiscutere le geometrie relazionali che hanno subito ampie modifiche rispetto al passato. La realtà sociale in cui sono immerso ha un’ecologia ed una architettura relazionale diversa da quella dei miei genitori. Se siamo tutti d’accordo su questo punto, allora, è anche arrivato il momento di affrontare le relazioni e le separazioni nei migliori dei modi. Il mito dell’anima gemella se da una parte fa sognare, dall’altra parte si scontra con la nuova architettura relazionale, che risulta sempre più liquida e frammentata. Per questo a mio parere, il mito dell’anima gemella per tutta la vita, necessita di una rilettura. I miti sono fatti per essere decostruiti. Se da una parte ci aiutano a sognare dall’altra parte se interiorizzati senza i giusti filtri possono essere anche causa di sofferenze.

Il riconoscimento della donna come soggetto desiderante, ha modificato i rapporti sessoaffettivi. La separazione prima ed il divorzio dopo, non rappresentano più uno stigma. La maggior parte delle persone che oggi si definiscono monogame, praticano quello che si potrebbe definire la monogamia seriale, il che significa “stare con una persona alla volta”, a differenza del passato in cui la monogamia aveva un significato più ristretto come “stare con la stessa persona per tutta la vita”. La libera scelta del partner e la serialità hanno modificato gli usi e costumi precedenti.

Per forza di cose anche le relazioni amorose hanno subito delle modifiche sostanziali e con esse anche il mito dell’anima gemella, che, non è più eterno ma seriale. Quando vivevamo in un mondo in cui tutto era proibito, in cui il patriarcato aveva la meglio, le regole erano semplici. Nessuno si imbatteva in dilemmi complicati, le unioni eterosessuali erano indissolubili. Nessuno teneva conto del cambiamento personale ed emotivo. Per costruire relazioni sane, oggi, è necessario sapere che una relazione non è eterna. L’amore è un qualcosa di dinamico, esattamente come la vita e le cose in natura. L’acqua piovana scava le rocce e le trasforma, i tuo corpo non ha le stesse forze ed energie di quando eri giovane, e le persone cambiano. L’amore subisce delle trasformazioni.

Con questo non voglio dire che tutti gli amori, sono destinanti a finire, ma, allo stesso tempo è necessario educare, imparare e sopportare i cambiamenti che avvengono anche all’interno delle relazioni d’amore. Ancora non sappiamo accettare che l’amore si trasformi, e come tutte le cose su questa terra è in perenne cambiamento, e all’improvviso può anche venire meno.

Fingere che il cambiamento non esiste, tutto sommato non rappresenta la soluzione al problema, rischia di essere la nostra condanna provocando enormi sofferenze. Solo se accetti e comprendi questi fondamentali passaggi sarai capace di costruire una relazione sana, basata sulla fiducia ed il rispetto reciproco riconoscendo allo stesso tempo che anche due anime gemelle possono separarsi ed essere altro. L’unica costante in Amore come nella vita è il cambiamento.

Picture of Francesco Sassano

Francesco Sassano

Tabella dei Contenuti