La monogamia è ancora possibile?

Non abbiamo più bisogno di sposarci o avere una relazione stabile per giustificare e vivere i nostri piaceri sessuali, neppure per conquistare maggiore sicurezza economica, per cui la fedeltà diventa il simbolo del nostro amore ed impegno nei confronti dell’Altro.

Se intendiamo la monogamia, in senso stretto, come una coppia che vive il suo Amore per tutta la vita, quasi nessuno vive più così.

Tutte le persone che si dichiarano monogame, praticano una monogamia seriale: multiple relazioni monogame, a volte intervallate da attimi fugaci di infedeltà. La serialità è il cambio più grande ed evidente degli usi e costumi occidentali rispetto alle generazioni precedenti. Non è più considerato uno stigma, iniziare una nuova relazione anche dopo il matrimonio. Sono milioni le persone separate o divorziate. Nel XXI secolo, le nostre ambizioni amorose sono totalmente diverse da quelle dei nostri antenati. Non ci basta sposarci per essere felici. Non ci basta legarci ad una persona perché ci garantisce uno status sociale, perché è un bravo lavoratore e porta il pane a casa. Vogliono legami onesti e egualitari. Ricerchiamo la stabilità ma non disdegniamo l’adrenalina dell’attimo fuggente. Vogliamo una persona che sia un salvagente al quale aggrapparci e allo stesso tempo rincorriamo l’onda anomala dell’infedeltà da surfare alla pari di Patrick Swayze in Point Break.

Tante sono le domande: Si può avere tutto questo? Sono cinico/a nel desiderare tutto ciò? Ognuno deve fare quel che vuole?

Non tutte le società sono state monogame, la comparsa della monogamia è legata alla comparsa del sedentarismo, i nostri antenati nomadi, vivevano un amore libero i loro rapporti sessoaffettivi si facevano e disfacevano senza contratti. La monogamia impose alcune restrizioni, in particolare alla donna: la verginità prima del matrimonio, l’esclusività sessuale ed il compiacere il desiderio altrui dopo il matrimonio. Queste regole così rigide valevano solo per le donne. Gli uomini sono sempre stati un tantino più liberi. Il controllo sessuale della donna non è stata una casualità, è stato e rappresenta in alcuni casi ancora oggi una forma di dominio politico ed economico dell’uomo sulla donna.

Voglio quindi posso avere

Torniamo ai giorni nostri, nel mondo contemporaneo, in un mondo fondato sulla libera scelta e sull’autonomia la ricerca della soddisfazione permanente finisce per mette in crisi la coppia. Essere coppia significa rinunciare a cercare qualcosa di meglio e imparare a fermarsi a lungo all’interno di un’unica relazione. Mi chiedo: “vivendo in una cultura, in cui “voglio quindi posso avere”: la monogamia è ancora possibile?”.

Siamo più individualisti, siamo più avidi, consumiamo di più ma soprattutto desideriamo di più rispetto ai nostri antenati. Per sentirci più completi abbiamo bisogno di più scarpe, di più borse, di più abiti alla moda e anche di più sesso. Non a caso, da più parti, ti consigliano di avere una vita sessuale soddisfacente. La libertà sessuale e l’accesso a facili tentazioni, ci posiziona davanti ad un bivio: monogamia seriale o libero amore.Le nostre idee sulla fedeltà non sono cambiate, sono molto simili a quelle dei nostri genitori, ma le vita di coppia non è più quella di una volta. Anche se forse è ancora troppo presto, e parti della società ancora non sono pronte, ma già oggi sempre più persone si spingono a pensare accordi affettivi diversi dal passato. La monogamia è un ideale ammirevole, per le ragioni suddette, ma per coerenza non possiamo continuare a fare finta di non vedere le trasformazioni in atto all’interno delle relazioni sessoaffettive. Allo stesso tempo se come società vogliamo continuare a garantire la sostenibilità dei rapporti di coppia, non possiamo bendarci gli occhi di fronte ai cambianti e le trasformazioni di questi ultimi decenni. Sarà quanto meno necessario ridiscutere i parametri dell’infedeltà. La scrittrice ed esperta d’amore, Kate Figes, scrive: “L’ideale della monogamia è appeso a un filo”, e come darle torto, le pressioni all’interno di una coppia moderna sono numerose: aspettative di genere, equilibrio lavoro-famiglia, la tendenza a mettere in primo piano la felicità individuale e il soddisfacimento sessuale. Inutile nascondersi, siamo come dei pionieri alla ricerca del modo giusto d’amare. Forse non esiste un modo di stare insieme come coppia. Tutti stiamo imparando con prove, errori a ricostruire una nuova architettura relazionale. Con più compromessi o senza compromessi, sarà il futuro a dircelo.

Picture of Francesco Sassano

Francesco Sassano

Tabella dei Contenuti