Lasciare andare è una scelta di gentilezza e sensibilità

Non è facile lasciare andare, soprattutto quando sei stato educato per tutta la vita a raggiungere senza esitazione i tuoi obiettivi, ad afferrare le opportunità prima degli altri, ad essere più scaltro e furbo, a battagliare e combattere per affermarti. Il mito dell’autorealizzazione, ci insegna fin da subito che la vita è una competizione, bisogna essere i primi della classe, scegliere tra le varie combinazioni, quelle più convenienti, massimizzare i costi per raggiungere i migliori risultati.

Una mente aziendale si impadronisce delle nostre scelte e così le relazioni si impoveriscono. I sentimenti lasciano sempre di più il posto alla ragione. All’interno di questo quadro esistenziale, non c’è da meravigliarsi se in molti non sono capaci di lasciare andare sentimenti, case, luoghi e persone. Anche in amore, siamo abituati a credere che l’amore è sofferenza. Siamo convinti che più siamo attaccati ad una persona più grande è il nostro amore. Una relazione di dipendenza, diventa con il tempo una relazione tossica. Piuttosto, sarebbe il caso di farsi alcune domande: Siamo davvero sicuri di amare quando siamo mossi dalla paura di perdere la persona amata? Questo nostro amore è rivolto a Lei/Lui oppure a noi stessi? Il vero amore non può essere sofferenza, o meglio non può vivere nella tristezza, nel ricatto, nel sospetto, nel litigio continuo e nella paura di perdersi. Il vero amore, è gioia, è libertà e leggerezza. Se l’amore che stai vivendo o hai vissuto, è o è stato attaccamento, dipendenza, insicurezza allora vuol dire non è Amore. Se soffri per amore, non è vero amore. Amare un’altra persona è possibile solo praticando il non-attaccamento.

Bisogna imparare anche a lasciare andare, certo non è facile entrare in questa logica, quando per tutta la vita ti hanno insegnato ad allungare la mano, ad afferrare il possibile, a competere su ogni campo.

Lasciare andare, è un concetto molto ampio, è un atto di gentilezza e sensibilità. Amare, significa smettere di inseguire, significa pacificamente lasciare andare via. Significa imparare a lasciare andare: luoghi, sentimenti, amici e persone care. Lasciare andare, significa mettere da parte il nostro Ego, significa accettare che la vita è mutevole, che tutto cambia e si trasforma. Quando scegli di lasciare andare, smetti anche di pensare a ciò che poteva essere e non è stato, torni nel presente e ti rendi conto che il futuro è solo un’ipotesi. La tua sofferenza, nasce nel momento in cui decidi di opporti, di bloccare il flusso della vita, la tua resistenza al fiume della vita alla lunga sarà la fonte della tua sofferenza. Partiamo dal presupposto che l’Ego è la rovina dell’Uomo, per questo motivo quando le logiche di dipendenza e attaccamento si impadroniscono della tua relazione, vince l’Ego ed è lì che emerge la tua sofferenza. Invece, quando impari a rinunciare, a lasciare andare, sei consapevole del fatto che solo ciò che torna è simile a te, ciò che se ne va, se ne doveva andare.

Picture of Francesco Sassano

Francesco Sassano

Tabella dei Contenuti