Seduzione o manipolazione: manuali d’amore

Mentre c’è chi parla ancora di “buoni partiti” e di “matrimoni di convenienza” la società contemporanea già da un pezzo ha deposto nel cassetto il principe azzurro, inteso come l’uomo che porta il pane a casa, e che se è buono con te e con i tuoi figli è già una benedizione.

Se pensiamo che tutte le persone sono uniche e speciali, e, che l’amore oggi è una scelta personale. A differenza del passato, non sarà la tua famiglia ad indirizzare la tua scelta affettiva, non sarà la tua appartenenza di classe a condizionarti, non sarà il tuo credo religioso a consigliarti quell’anima pia o quel diavolo d’uomo.  Sarai, tu a scegliere. Nel bene e nel male, in una società tradizionale, l’amore è un tantino preconfezionato. I ruoli all’interno di una coppia premoderna sono rigidi, la socializzazione impone dei comportamenti precostituiti. Marito e moglie, si riconoscono negli stessi schemi dei loro padri. La seduzione, intesa come corteggiamento della futura moglie avviene all’interno di regole non scritte ma facilmente riconoscibili, una serie di stadi, lenti e monotoni, che conducono al matrimonio e la creazione di una prole.

Che piaccia o no, la mia è solo una rappresentazione di un modello generico di società tradizionale, in cu l’amore era un affare di Stato, non solo i Re sposavano donne di origini nobili per rafforzare il loro potere ma anche il matrimonio tra i più semplici contadini coinvolgeva interi nuclei familiari nella scelta. Nell’immaginario collettivo tradizionale, la donna è casalinga eterna e abnegata madre di famiglia.

Nel frattempo sono successe moltissime cose: la rivoluzione sessuale, la pillola anticoncezionale, l’incorporazione di massa delle donne nel mercato del lavoro, la legalizzazione e l’accettazione diffusa della separazione e divorzio breve.

I processi seduttivi, hanno subito enormi cambiamenti, il fatidico primo passo non avviene più come un tempo dopo la messa domenicale, ai giardinetti oppure al campetto dell’oratorio. Le nuove generazioni preferiscono incontrarsi online, le nuove tecnologie favoriscono l’incontro comodamente da casa. La seduzione all’interno della nostra società è condizionata dalle logiche digitali. Oggi, basta accedere, ad una qualunque App Dating per fare nuove conoscenze.

La seduzione di ieri e quella di oggi

Lo scopo principale della mia riflessione, è quello di mettere a confronto i processi seduttivi di ieri con quelli di oggi.

Non siamo qui per paragonarli o giudicarli, il mio obiettivo è quello di comprenderne le nuove tendenze. Come ho provato a sottolineare secondo logiche premoderne i processi seduttivi avvenivano all’interno di logiche schematizzate, religiose e moralistiche. Le relazioni affettive prendevano forma dopo il consenso familiare. Erano condizionate: dal ceto, dalle condizioni economiche d’appartenenza, dal credo religioso e da una rigida morale.

A differenza di ieri, le relazioni amorose di oggi, nascono e finiscono, al di fuori degli schemi del passato, la parola d’ordine non è più costringere ma “piacere e colpire”.

La seduzione non è più quella classica e tradizionale, economia consumistica tempesta di offerte attraenti, la società della seduzione è ossessionata dal desiderio di piacere. Non solo le nuove generazioni ricorrono all’uso di filtri ed immagini tridimensionali per essere più attraenti ma anche i loro genitori preferiscono inondare i social di sorrisi e pose ammiccanti. L’uomo come la donna si lasciano attrarre e puntualmente soccombono all’attrazione dei piaceri e delle novità.
Le relazioni liquide, non conoscono regole certe, non a caso giovani e meno giovani consultano maghi, esperti d’amore e manuali nel disperato tentativo di mettere dei punti fermi, per conquistare l’Altro con il minimo sforzo e con il massimo profitto.

Puntiamo l’attenzione sui “Manuali del Rimorchio”, se ne vendono di svariati, hanno come obiettivo quello di massimizzare i successi negli approcci con l’altro sesso. Ho cercato di avvicinarmi alla lettura di questi facili libricini senza pregiudizi, cercando di avere un atteggiamento distaccato e ricettivo. Ho vestito i panni del lettore curioso per conoscere le più sofisticate tecniche di rimorchio online. Mi sono imbattuto in una serie infinita di consigli pratici. Del tipo: “Falla sentire importante”, “Ridi alle sue battute e sii solare”, “Non essere invadente”, “Non provarci subito”. Un elemento comune presente sui manuali consultati che ha colpito la mia attenzione è il consiglio palese di indurre il lettore a manipolare la sua preda. Avete capito bene, il mercato della seduzione ci invita ad utilizzare banali consigli o più sofisticate tecniche per riuscire a colpire e affondare. Il più delle volte questi testi sono rivolti ad un pubblico maschile, di conseguenza, l’invito è di contattare un numero indefinito di possibili partner per aumentare le possibilità di rimorchio.

Se l’amore romantico teneva unite le coppie nella società tradizionale, nella società contemporanea, è lo scambio a tenere in piedi la relazione.

Nel saggio “La trasformazione dell’intimità”, Giddens, ritiene che sia lo  scambio, a determinare il destino della relazione in quanto: “ciò che tiene in piedi la relazione pura è l’accettazione” da parte di entrambi i partner, ‘fino a nuovo avviso’, del fatto che ciascuno trae dalla relazione sufficienti benefici da ritenere che valga la pena di continuarlo”.

Se da una parte abbiamo deposto nel cassetto l’amore romantico, preconfezionato e condizionato da logiche parentali ma intriso di regole certe regolatrici della relazione. Oggi, costruiamo relazioni pure basate sul libero scambio “fino a nuovo avviso” senza “non guardare oltre il presente” senza regole prestabilite. Il dato che ne viene fuori, è la nascita di relazioni sempre più fragili. Se da una parte ci siamo liberati dai lacci della tradizione e la scelta del proprio partner come è giusto che sia avviene secondo meccanismi di libera scelta. Allo stesso tempo viviamo una maggiore incertezza relazionale, come ho sottolineato non essendoci regole certe il patto all’interno della coppia è facilmente scioglibile. Il mercato arriva come sempre ad occupare nuovi spazi, ad offrire nuovi servizi. Lì dove c’è incertezza c’è una soluzione. Non a caso, continuano a proliferare saggi d’amore, libri e più genericamente manuali d’amore o rimorchio. Tutti hanno un minimo comune denominatore: 1) non fidarsi dell’Altro 2) apparire ciò che non si è 3) quantificare i contatti 4) scarsa empatia 5)piacere e colpire.

Su queste basi, tipiche di un mondo commerciale e finanziario, in cui l’unico scopo è massimizzare i profitti: com’è possibile costruire relazioni affettive?

Picture of Francesco Sassano

Francesco Sassano

Tabella dei Contenuti