Sociologia dell’amore: capire come e quando si è pronti ad impegnarsi

Siamo tutti alla ricerca dell’amore, nell’immaginario comune, chi ama è più felice, chi ha un partner è più equilibrato, realizzato e soddisfatto di sé. Funziona, proprio così? Le dinamiche sociali sono molto più complesse, immaginario comune, non sempre aiuta a decodificare i cambiamenti sociali.

Quando poi ci inoltriamo nel campo dell’amore, il discorso si fa sempre più intricato. I processi storici e gli eventi strutturali ci mostrano ogni giorno come i “guai d’amore” siano inestricabilmente legati “a questioni sociali”. Non a caso, il sociologo americano C. Wright Mills, afferma che le persone si sentono in trappola all’interno di questo stato di cose. Per questo motivo è compito dell’indagine sociologica, aiutare le persone a «comprendere il significato della loro epoca per la loro vita». 

Il nostro presupposto iniziale è il seguente: ogni persona è unica, e possiede un concetto dell’amore, proprio. L’idea che ci facciamo dell’amore, è lo specchio dei nostri tempi, dei nostri valori, desideri e delle nostre aspettative relazionali. Possiamo dire che in qualche modo il concetto dell’amore racchiude una sfera interiore e un’altra sociale. La scelta del partner, non è poi così libera così come ci sembra in apparenza, ma sottintende una struttura triangolare: IO, TU, gli ALTRI.

Gli Altri sono tutti gli elementi esterni che hanno caratterizzato la nostra crescita personale e che oggi strutturano e condizionano in parte la nostra scelta. Gli uomini e le donne, per natura, sono alla ricerca di relazioni, abbiamo bisogno di confrontarci e d’entrare in relazione a più livelli con altre persone. I nostri legami sono più deboli rispetto al passato. Semplicemente, perché le vie di fuga sono maggiori. Il sogno di una vita insieme, il giorno dopo può facilmente smontarsi, frantumarsi, disintegrarsi tra accuse, incomprensioni e una serie infinita di aspettative disattese. I vincoli religiosi e morali, che, cementificano i legami e costringevano a vivere una vita di coppia infelice e insoddisfacente sono venuti meno.

La società moderna, secondo il sociologo Giddens, sarà sempre più caratterizzata da una “sessualità duttile”, libera dagli stereotipi di genere, libera dai vincoli di riproduzione, fondata sull’autonomia della persona e non sempre orientata alla monogamia.

Su queste basi, oggi ancora più di ieri è necessario capire come e quando si è pronti ad impegnarsi.

Picture of Francesco Sassano

Francesco Sassano

Tabella dei Contenuti